Running Motivator

Chi siamo

Il Running Motivator è una persona che aiuta gli altri ad iniziare a correre o camminare.

Per diventare Running Motivator bisogna avere grande passione per la corsa, equilibrio e partecipare al corso per diventare Running Motivator.

Ogni Running Motivator sottoscrive e rispetta un Codice Etico.

GIUSEPPE

IMG_1566

Mi chiamo Giuseppe Tamburino e da qualche tempo faccio il Running Motivator. Cosa vuol dire? Che prendo per mano le vite che si sono impigliate in qualche necessità dell’esistere e le restituisco al legittimo proprietario attraverso la corsa. Tornare a stare bene con il proprio corpo, tornare a piacersi, sentirsi di nuovo adeguati allo sguardo degli altri. Perché negare che anche questo un po’ conta? Riuscirci con una attività semplice e poco costosa: camminare, dapprima, e correre poi, quasi sempre, perché, per quanto banale sia, l’appetito vien mangiando. Camminando insieme, correndo insieme. Perché ci sono persone che da sole non lo faranno mai, perché hanno già smesso prima di iniziare, schiacciate da una voce dentro che umilia dicendo: ”Non fa per me”. In questi casi non serve un personal trainer, ma un Running Motivator. Cerco di rendere la fatica un gioco, senza stress, alla ricerca di un po’ di benessere. Un’isola di un’ora nel mare della quotidianità a volte noiosa o ansiogena. Non c’è una ricetta, non è una cosa facile. Entusiasmante, quello sì. E’ come prenderli per mano e condividere un piccolo viaggio. Insieme.

CARLOTTA

IMG_1568

E io sono Carlotta, all’anagrafe digitale RunningCharlotte, blogger e runner appassionata.

Credo nel progetto Running Motivator perchè io sono l’esempio di chi ha cominciato a correre per sconfiggere le proprie paure. Io ho iniziato per uscire dallo stato indolente e pigro che mi faceva sentire sconfitta, da quell’umore che ti fa percepire solo il negativo. Mi sentivo inutile. Poi sono uscita di casa e ho corso. E non ho più smesso.

Il momento magico è quello in cui decidi di muovere il primo passo, quello più difficile, quello che ti lascia il fiatone. Quando hai preso questa decisione il 90% del gioco è fatto e per il restante 10% ci siamo noi a prendervi per mano.

Come potrei non voler vedere su tutti il sorriso che ho io la mattina? Forza, andiamo!